POETI

Giovanni Raboni – da Quare tristis

Piú la gente che c’era se ne va

.

Piú la gente che c’era se ne va

o si nasconde e meno avrebbe senso

lasciarla da vivo questa città

senza vita. Sí, ogni tanto ci penso,

.

immagino un altro cielo, un incenso

meno acre ma chi me lo ridà

l’alitare, il parlottare, l’immenso

silenzioso brusío di chi non ha

.

casa che nel mio ricordo? Per quanti

siano i vivi che amo non saranno

mai tanti come loro, gli sfrattati

.

dal tempo, i clandestini, gli abbonati

fuori elenco a telefoni che hanno

numeri di cinque cifre soltanto.

Giovanni Raboni, da Quare tristis, (Mondadori 1998)

Giovanni Raboni, poeta e critico (Milano 1932 – Parma 2004). Sulla linea della tradizione lombarda, sviluppò fin dalla prima raccolta (Le case della Vetra, 1966) una poetica civile ma anche esistenziale. La sua ricerca continuò quindi con Cadenza d’inganno (1975), Il più freddo anno di grazia (1977), Nel grave sogno (1982), Canzonette mortali (1986), Versi guerrieri e amorosi (1990), Ogni terzo pensiero (1994), A tanto caro sangue. Poesie 1953-1987 (1988). Autore di saggi e di prose narrative, si distinse in campo editoriale e nel giornalismo (critico teatrale del Corriere della sera dal 1987), R. svolse anche un’importante attività di traduttore, molto importante la sua traduzione di M. Proust, Alla ricerca del tempo perduto. Pubblicò infine le raccolte Quare tristis (1998) e Barlumi di storia (2002).

La biografia completa Qui: https://www.giovanniraboni.it/biografia-dettagliata/

lavora in biblioteca. Terminati gli studi in Giurisprudenza e in Teologia ha continuato ad approfondire i contenuti di alcune correnti spirituali d’oriente e d’occidente, ampliando, allo stesso tempo, la sua ricerca poetica. Nel corso degli ultimi anni suoi contributi, sulla poesia e la parola, sono stati pubblicati da Fara Editore e dalle Edizioni CFR. É stato condirettore della collana di scrittura, musica e immagine “La pupilla di Baudelaire” della casa editrice Le loup des steppes. In poesia ha pubblicato Legni (Ladolfi Editore, 2014 - Premio “Oreste Pelagatti” 2015), il libro d'arte Borgo San Giovanni (Fiori di Torchio, Seregn de la memoria, 2018). Al di qua di noi (Arcipelago itaca Edizioni, 2023) è la sua ultima raccolta.

Lascia una risposta