la mente intralinguistica

  • la mente intralinguistica,  PROLEGOMENI

    Giampaolo Sasso – i fenomeni intralinguistici. I cinque campi

    Nel corso dei suoi studi, Sasso, ha prestato particolare attenzione alle strutture profonde del linguaggio poetico, alle innumerevoli connessioni tra la mente e il testo. La sua pubblicazione più sistematica e completa in materia è La Mente intralinguistica, L’instabilità del segno: anagrammi e parole dentro le parole (Marietti 1993). Proprio da questo testo riportiamo l’incipit del primo capitolo, nel quale Sasso individua cinque tipologie di fenomeni, come tentativo di avvicinamento alle dinamiche in gioco da La Mente Intralinguistica pp. 3-4 I più importanti fenomeni intralinguistici cui questo studio fa implicitamente riferimento sono suddivisibili in cinque campi: 1. Sono, ad esempio, fenomeni inquadrabili dal punto di vista intralinguistico molti casi di riorganizzazione del…

  • la mente intralinguistica,  PROLEGOMENI

    La mente intralinguistica – i segreti del segno

    Giampaolo Sasso, da molti decenni, studia nel profondo le strutture del linguaggio poetico, in particolare ricercando le connessioni più nascoste tra la mente e il testo. Non c’è dubbio che il suo contributo abbia rinnovato, in un certo modo, l’ambito di questi studi, avendo il carattere della originalità. La sua pubblicazione più nota, in materia, è La Mente intralinguistica, L’instabilità del segno: anagrammi e parole dentro le parole. Presentazione di Cesare Segre, Marietti, 1993. Per me un libro imprescindibile. Molti dei suoi lavori, fino a qualche tempo fa, erano consultabili e scaricabili attraverso il suo portale online. Oramai, purtroppo, questo avamposto non è più attivo. Riporto qui di seguito l’inizio…